Groenlandia (1965)

Nel 1965 venne organizzata dell’allora direttore della scuola, Guido della Torre (che assunse il ruolo di capospedizione), la prima spedizione interamente composta da istruttori Parravicini.

La meta era la Groenlandia e ne facero parte: Siro Colombani, Tino Albani, Gianfranco Farassino, Aldo Rusconi, Pietro Magni, Guido della Torre, Alberto di Benedetto ed Angelo Villa.

La spedizione ebbe un notevole successo alpinistico con la conquista di 15 cime inviolate per 16 nuovi itinerari di salita, tra cui molti di di medio-alta difficoltà considerato l’anno di apertura.

 

La spedizione si svolse tra fine Luglio e metà Agosto; oltre ad un intenso lavoro esplorativo, fotografico e documentale (riprese cinematografiche da parte del cineoperatore Pietro Magni), le nuove vette conquistate furono le seguenti:

  • Cima Bianchi, 1755 m (Villa, Magni, Rusconi);
  • Cima Pluda, 1835 m (della Torre, Albani);
  • Cima Genni, 1975 m (di Benedetto, Farassino);
  • Cima Merendi, 2120 m (di Benedetto, Farassino);
  • Cima città di Milano, 1990 m (della Torre, Albani, Colombani);
  • Cima Lago, 1675 m (Villa, Rusconi, Colombani, Magni);
  • Cima CAI Milano, 1910 m (della Torre, di Benedetto, Albani, Farassino e Magni);
  • Cima Cesana, 1920 m (Rusconi, Colombani);
  • Cima Calonaci, 1880 m (della Torre, di Benedetto, Albani, Farassino);
  • Cima Parravicini, 1910 m (Albani, Farasssino);
  • Cima Piacco, 2040 m (della Torre, di Benedetto);
  • Cima Danimarca, 2055 m (della Torre, di Benedetto);
  • Cima Tartaglione-Crispo, 2035 m (della Torre, di Benedetto);
  • Cima Rasmussen, 2030 m (della Torre, di Benedetto);
  • Cima de Capitani, 1750 m (Villa, Rusconi, Colombani).

3      21

 

Le denominazioni topografiche furono proposte dai partecipanti alla spedizione in ricordo di:

  • Piergiorgio Bianchi, Eugenio Lazzarini (Genni) e Giuseppe de Capitani, istruttori Parravicini periti in un tentitivo di prima ripetizione della via Boccalatte alla parete Nord del Monte Gruetta (1961);
  • Roberto Pluda e Alberto Calonaci, istruttori Parravicini periti nella discesa dalla Tour Ronde (1964);
  • Romano Merendi, direttore Parravicini perito nel tentativo di prima ascensione invernale della via Welzenbach alla parete Nord della Dent d’Herens.
  • Agostino Parravicini;
  • Attilio Piacco, istruttore Parravicini perito durante la salita allo spigolo della punta Torelli;
  • Luciano Tartaglione e Luciano Crispo, istruttori Parravicini periti durante una salita alla via Fehrmann al Campanile Basso di Brenta (1950);
  • Battista Cesana, istruttore Parravicini deceduto per malattia.