Skip to content

NORDIC WALKING

Avviso Importante

Cambio destinazione camminata di domenica 25-2-24. Andiamo a CAMPRA
Leggi tutto

Camminate su pedonali innevate

Cosa sono: Lo scopo di queste camminate sulla neve è quello di avvicinare i soci all’ambiente invernale. Sono proposte in località particolarmente adatte in quanto offrono la possibilità di fare
Leggi tutto

27-11-2023 Premiazione dei 150km

Grazie a tutti i partecipanti, è stata una bellissimo festa, abbiamo visto qualche immagine delle camminate fatte e abbiamo premiato ben 19 camminatori che hanno raggiunto e in molti casi
Leggi tutto

Modifica al regolamento del concorso 150 km

Abbiamo accolto alcune osservazioni che ci hanno fatto notare che nelle 15 camminate fatte quest’anno, sempre si sono percorsi più di 15 km. Per questa ragione abbiamo pensato di portare
Leggi tutto

27-11-23 Premiazione del “Contest” 150 km x 150 anni

Vi invitiamo alla serata di premiazione del nostro concorso “150 km per 150 anni” del CAI Milano. I Soci che hanno raggiunto o superato la distanza dei 150 km avranno
Leggi tutto

Calendario Autunno 2023

Queste le proposte che il Gruppo Nordic fa per il periodo settembre – novembre 2023 il Programma
Leggi tutto

25-02-2024 Silvaplana

Sentiero escursionistico invernale molto soleggiato con bella vista verso Maloja e il Corvatsch
Leggi tutto

21-01-24 Cogne

Valnontey è un villaggio di Cogne. Il percorso pedonale ci porta all’interno del vallone verso il Gran Paradiso. Il tracciato di circa 10 km (a/r) su pedonale innevata,
Leggi tutto

8-12-2023 ANDERMATT

Facile sentiero pianeggiante lungo la vallata, si potrà ammirare la Valle di Orsera in tutta la sua lunghezza.
Leggi tutto

26-11-23 Riale

Una passeggiata al Lago di Morasco e sulla Piana di Riale. Un percorso di otto chilometri (a/r), a poca distanza dalla Cascata del Toce
Leggi tutto

12-11–23 Stresa – Belgirate

Sentiero in falsopiano su brevi tratti di strada asfaltata e lunghe mulattiere acciottolate che offrono suggestivi scorci sul Lago Maggiore. Un itinerario sospeso tra un passato rurale e devozionale e
Leggi tutto

29-10-23 Dal Ticino al Po – coast to coast

Il percorso parte dal Ponte Vecchio di Pavia, da qui costeggia il Ticino per un lungo tratto per poi raggiungere la sponda del Po. L’itinerario tocca le cascine Orologio, Trezzi,
Leggi tutto

Il parco è un’area fortemente “rinaturalizzata” e flora e fauna ne rispecchiano appieno le caratteristiche.

Tra le principali specie arboree, acero di monte, acero campestre, quercia rossa, olmo, pioppo pioppo bianco, nero e cipressino, frassino, carpino, robinia, ontano e salice. È presente avifauna e fauna selvatica.

Il parco è percorso da diversi fontanili che si intrecciano fino a formare un piccolo lago; di recente realizzazione una zona umida con una serie di bacini d’acqua.

Il lago, iniziato nel 1989 e concluso nel 1992, è stato progettato per migliorare il microclima, favorendo lo sviluppo della flora e della fauna acquatica e terrestre. È stato successivamente arricchito da strutture per la fruizione, come un pontile sospeso sulle acque, dotato di panchine da cui ammirare il paesaggio. Nella fascia esterna si trovano, oltre al vivaio e a centoquaranta orti, aree a coltivazione guidata assegnate per sorteggio fra i richiedenti.

Costruito in collaborazione con i genitori e gli ortisti nell’area di Figino un campo giochi. Sono numerosi i percorsi pedonabili, ciclabili (noleggio bici su prenotazione) ed equestri; area pic-nic in cascina; uno spazio riservato ai cani di cinquemila metri quadrati.

Folto, in assonanza con l’attitudine partecipativa, il calendario di eventi e attività.

Il parco Nord è stato realizzato inizialmente sulle aree dismesse, subito dopo la guerra, della Breda Aeronautica.

La sua ideazione risale alla fine degli anni sessanta e nel 1970 è classificato da un decreto prefettizio come “parco di interesse pubblico”, ma è solo nel 1975 che viene riconosciuto dalla Regione Lombardia come parco regionale.

I primi interventi di riforestazione furono avviati a partire dal 1983 e furono realizzati grazie all’attività dell’Azienda Regionale delle Foreste della Regione Lombardia, sotto la guida di Paolo Lassini.

La sua gestione è affidata a un Consorzio composto dai sei comuni intorno al parco e dalla Provincia di Milano.

Il parco sorge in un contesto tra i più densamente urbanizzati d’Europa, caratterizzato dalla presenza di storiche fabbriche (oggi quasi del tutto scomparse a seguito della de-industrializzazione) e grandi quartieri edilizi che, nel tempo, hanno saldato la periferia nord di Milano al suo hinterland senza alcun disegno urbanistico.
Grazie all’istituzione del parco, i residui appezzamenti agricoli riusciti a scappare dalla cementificazione e condannati a scomparire in breve tempo, sono stati in parte bonificati, rinverditi ed attrezzati per l’uso pubblico; in parte sono rimasti intatti, a testimonianza delle profonde modificazioni subite dal territorio.

Tra il 1993 e il 1998 oltre all’espansione delle aree interessate agli interventi, bisognava considerare anche la manutenzione continua delle aree già sistemate: gli sfalci delle radure, i primi sfoltimenti forestali, l’impianto di arbusti nuovi nel sottobosco.

Si tratta di una collinetta artificiale formata inizialmente con l’accumulo di macerie provocate dai bombardamenti, effettuati dagli Alleati, durante la seconda guerra mondiale e con altro materiale proveniente dalla demolizione degli ultimi tratti dei bastioni, avvenuta dopo il 1945.

Il progetto si deve all’architetto Piero Bottoni, che lo dedicò alla moglie Elsa Stella, da cui la collina prende il nome.

La collina artificiale ha un’altezza di quarantacinque metri sul piano sottostante. Nel progetto originario del 1946, avrebbe dovuto essere alta il doppio, ma venne limitata a causa di spinte laterali del terreno che potevano creare problemi ai vicini edifici di via Isernia, sul lato orientale.

Si provvide prima all’allestimento di gradoni in cemento e successivamente all’accumulo dei detriti e della terra di riporto realizzando il Parco Monte Stella,[4] con una superficie di 370.000 metri quadrati tra zone boschive e prati. Il parco è realizzato su gradoni a salire, collegati da una strada panoramica che, girando attorno al monte, ne raggiunge la cima da dove si ha un’ampia vista della città e del suo hinterland e, in caso di visibilità favorevole, si riesce a vedere l’intero Arco Alpino e, a sudovest, l’Appennino emiliano.

Le attività sono aperte a tutte e tutti i soci CAI

Gli Istruttori
Gli Istruttori del Gruppo Nordic sono titolati presso la Scuola Italiana Nordic Walking che è la rappresentante ufficiale in Italia per la pratica e la divulgazione del Nordic Walking originale finlandese inventato nel 1997 da Marko Kantaneva (Copyright © – Marko Kantaneva ® – PoleAbout ® – All rights reserved 1994-2009 – Scuola Italiana Nordic Walking®).
La Scuola Italiana fa parte dell’Associazione Internazionale PoleAbout Network che promuove a livello mondiale il concetto originale del Nordic Walking – Sauvakävely.

Gli Accompagnatori
Gli Accompagnatori del Gruppo Nordic sono Soci del Cai Milano, esperti in questa disciplina che offrono la loro disponibilità nell’accompagnare e nell’organizzare camminate. Sono a tutti gli effetti titolati CAI che operano sotto la guida degli Istruttori.

 

La Costituzione
Nell’ambito della Sezione di Milano del Club Alpino Italiano, in data 16 settembre 2008 si costituisce il Gruppo di attività Nordic Walking (N.W.), per richiesta di 35 soci firmatari.

Il Gruppo N.W. CAI Milano si prefigge di svolgere e promuovere la disciplina del Nordic Walking (camminata nordica) collocandola opportunamente in seno alle attività del CAI Milano, con particolare attenzione al suo adattamento in ambiente montano.

La “camminata nordica” è una particolare forma di camminata ginnica, che si avvale dell’ausilio di appositi bastoncini al fine di intensificare il coinvolgimento corporeo rispetto alla normale andatura di marcia, con relativi benefici psicofisici e miglioramenti della sicurezza di progressione su terreno vario.

Allo scopo verranno organizzati idonei corsi formativi, coordinati da istruttori abilitati, sia su terreno libero che su percorsi predisposti in aree appositamente attrezzate in terreno cittadino (vedasi allegato schema di campo scuola e percorso prototipo al Monte Stella).

L’attività extra corsi verrà programmata in base alle esigenze dei soci e sinergicamente armonizzata con le altre attività istituzionali del CAI, con le quali si rapporta in forma propedeutica o integrativa.

Il Nordic Walking è una forma di camminata che combina l’uso di bastoncini specifici con un’andatura attiva e il coinvolgimento di tutti i muscoli del corpo. Questa attività fisica è nata in Finlandia negli anni ’90 ed è diventata sempre più popolare in Europa e nel resto del mondo.

I bastoncini utilizzati nel Nordic Walking sono diversi da quelli usati per lo sci di fondo o l’escursionismo. Sono più corti, leggeri e dotati di impugnature ergonomiche. Inoltre, i bastoncini hanno una punta appuntita per una maggiore stabilità sul terreno.

La tecnica di camminata del Nordic Walking è caratterizzata dall’uso sincronizzato dei bastoncini e delle gambe, in modo da coinvolgere tutti i muscoli del corpo. Durante la camminata, si spingono i bastoncini indietro con le braccia, mentre si cammina avanti con le gambe. Questo movimento aumenta l’efficienza del camminare e aiuta a bruciare più calorie.

Il Nordic Walking è un’attività fisica adatta a tutte le età e a tutti i livelli di fitness. È una forma di esercizio a basso impatto sulle articolazioni, quindi può essere una buona scelta per chi ha problemi articolari o muscolari. Inoltre, il Nordic Walking può essere praticato all’aperto in qualsiasi condizione meteorologica, il che lo rende un’attività molto versatile.

Tra i benefici del Nordic Walking ci sono una maggiore forza muscolare, resistenza cardiovascolare, equilibrio e coordinazione. Inoltre, il Nordic Walking può ridurre lo stress e migliorare l’umore grazie alla produzione di endorfine.

In sintesi, il Nordic Walking è un’attività fisica completa e divertente che combina camminata e uso dei bastoncini. Può essere praticato da chiunque, a qualsiasi livello di fitness, e offre numerosi benefici per la salute fisica e mentale.

Lo scopo di queste camminate sulla neve è quello di avvicinare i soci all’ambiente invernale. Sono cinque proposte in località particolarmente adatte in quanto offrono la possibilità di fare una camminata su pedonali innevate, in sicurezza e un ambiente spettacolare.
Questa proposta è un primo passo per chi vuole apprendere con la tecnica del nordic walking il muoversi su neve in montagna in modo naturale e rigorosamente su piste e sentieri battuti.
Camminare in inverno attraverso la natura innevata: passeggiando si potrà godere sia della quiete e sia del panorama e con un po’ di fortuna, fare incontri con caprioli e camosci.
La pratica del nordic walking è un’attività dolce che tonifica la muscolatura, non affatica le articolazioni ed è attenta a salvaguardare la corretta postura del nostro corpo. Con i suoi movimenti armonici è uno sport completo che allena diversi muscoli, in modo analogo allo sci di fondo. Grazie all’uso di appositi bastoncini, braccia e spalle sono coinvolte attivamente e rendono l’esercizio più efficace rispetto alla camminata tradizionale, attraverso un movimento a ritmo alternato.

Le uscite:

  • 26 novembre 2023 – Riale
  • 8 dicembre 2023 – Andermatt
  • 21 gennaio 2024 – Cogne
  • 25 febbraio 2024 – Silvaplana (Engadina)
  • 23 marzo 2024 – Val Fex (con merenda di chiusura stagione)

Abbigliamento

Siamo in quota, conviene portarsi una giacca a vento e vestirsi a “cipolla”.Un cambio per il ritorno. Scarponcini da trekking, occhiali da sole e guanti.

Quota iscrizione

30 € Soci CAI – Per i non soci CAI, è prevista la possibilità di partecipare pagando la quota assicurativa a parte 9 euro)

Il programma prevede il trasporto in pullman con il Gruppo Sci di Fondo, per partecipare bisogna iscriversi alla gita dello sci di fondo. Al momento dell’iscrizione bisogna  specificare che si partecipa per fare nordic walking.

Note

15 gg prima dell’uscita sarà pubblicato il programma preciso con gli orari di partenza del pullman

Le fermate del pullman per le gite giornaliere

Le gite giornaliere del sabato o della domenica si effettuano con pullman granturismo.
Per le gite giornaliere utilizziamo 5 nuovi punti di raccolta a Milano dislocati in diverse zone della città, tutti in corrispondenza di fermate della metropolitana e del passante ferroviario, con parcheggi gratuiti nelle immediate vicinanze.
Gli orari e le fermate per ciascuna gita sono sempre indicati nel programma dettagliato della singola gita, e a questo occorre fare riferimento.
Gli orari indicati sono quelli di partenza del pullman dalle fermate, occorre quindi presentarsi qualche minuto prima per caricare bastoncini e zaini a bordo.

Le fermate sono:
ore 6:30 Loreto
ore 6:40 Dateo
ore 6:45 Lodi
ore 6:55 Romolo
ore 7:15 Lotto


 

Ore 6:30 LORETO (M1 e M2)
Il pullman sosta in Viale Abruzzi n.93 all’angolo con Via Annibale Caretta, davanti alla Fungheria e a KFC.
Parcheggi gratuiti per le auto sabato e domenica (linee verdi nella mappa) in tutte le vie esterne alla circonvallazione: Via Giuseppe Pecchio, Via Stefano Canzio, Via Giovanni Ricordi, Via Porpora, Via Antonio Sacchini, Via Andrea Costa, Via Giovanni Lulli, Via Bambaia, Via Padova, Viale Monza, Via Natale Battaglia, Via Grazia Deledda (con piccolo piazzale), ecc.

ore 6:40 DATEO (M4, S1, S2, S5, S6 e S13)
Il pullman si ferma in Piazzale Dateo davanti al chiosco del fiorista, tra Via dei Mille e Viale Piceno, in direzione sud verso Piazzale Lodi.

ore 6:45 LODI (M3)
Il pullman si ferma in Viale Isonzo n.2, angolo Piazzale Lodi, davanti all’hotel Best Western (direzione Piazza Napoli).


ore 6:55 ROMOLO (M2 e S9)
Il pullman si ferma in Viale Liguria all’angolo con Viale Romolo (direzione Piazza Napoli). Parcheggi gratuiti per le auto sabato e domenica (linee verdi nella mappa) nei viali Cassala e Liguria (civici pari) e nelle vie oltre la ferrovia, in zona IULM: Via Valsolda, Via Valla, Via Pietro Filargo, ecc.


ore 7:15 LOTTO (M1 e M5)
Il pullman si ferma in Piazzale Lotto n.15, davanti all’entrata del Lido. Parcheggi gratuiti per le auto sabato e domenica (linee verdi nella mappa) in Piazzale Lorenzo Lotto davanti al Lido e tra le carreggiate della circonvallazione, in Viale Giovanni Migliara tra le due carreggiate, ecc.

 

Per informazioni e iscrizioni attività

Email: [email protected]

Segreteria (+39) 02 86463516