Rifugio Gianetti, Piacco

  • Regione: Lombardia
  • Gruppo montuoso: Gruppo Masino – Bregaglia – Disgrazia
  • Ubicazione: Val Masino
  • Coordinate: Lat 46.280556 Long 9.584111
  • Mappa n.92 Kompass 1:50000
  • Altitudine: 2.534  m
  • Periodo di apertura: dal 21/06/18 al 16/09/16 tutti i giorni. In caso di previsioni di neve o maltempo suggeriamo di contattare il gestore per verificare l’apertura del Rifugio
  • Telefono: 0342 645161
  • Sito internet: – www.rifugi.lombardia.it/sondrio/val-masino/rifugiogianetti.html
  • Custode: Giacomo Fiorelli
  • Posti letto: 78

IL RIFUGIO

Le due costruzioni sorgono sulla testata della Val Porcellizzo, dominata dal pizzo Badile e dal Cengalo. Qui è il termine occidentale del Sentiero Roma, uno dei più classici itinerari d’alta quota delle Alpi.
Nel 1887 veniva costruita la Capanna Badile, distrutta negli anni successivi da una valanga. Nel 1913 l’alpinista milanese Luigi Gianetti finanziò a favore della Sezione di Milano un nuovo rifugio. Che distrutto durante la seconda guerra mondiale fu ricostruito nel 1948. Nel 1961 l’antica capanna Badile fu sostituita da una più moderna costruzione, dedicata all’alpinista Attilio Piacco, caduto sulla Punta Torelli.
Il 29 e 30 giugno 2013 il rifugio Gianetti ha festeggiato i suoi 100 anni con un ricco programma di celebrazioni, iniziative e spettacoli.

COME RAGGIUNGERE IL RIFUGIO

La località di partenza è Bagni del Masino (m1172) nell’omonima valle. Seguendo la strada che si lascia alle spalle il complesso termale, ci si addentra nella valle, non si attraversa il torrente ma si prosegue verso destra lungo la mulattiera, risalendo il fitto bosco di abeti fino a giungere alle Baite di Corte Vecchia (m 1405).

Risalendo, si segue il corso del torrente Porcellizzo, dove si trova la casera Zoccone (m 1899). La vista è splendida, specialmente verso il Pizzo Cengalo. Salendo ancora si arriva ad un piccolo pianoro, quindi al rifugio (ore 3,30).