ATTRAVERSO LE MONTAGNE CELESTI

(Lungo la via della seta fino alla base del Khan Tengri)

Khan Tengri

Dominanti nella topografia della regione autonoma uigura del Xinjiang e il Kirghizistan, le montagne Celesti, note con il nome originario di Tianshan, fungono da confine sia geografico, che culturale. Questo territorio comprende un’affascinante e svariata geografia, fra cui i bacini meridionali e settentrionali che abbondano di differenti culture folcloristiche.
Storicamente qui esistevano diversi percorsi che attraversavano le Montagne Celesti, che erano collegate fra loro dalla sezione che corre da est a ovest lungo l’antica Via della Seta. Il trekking ci porterà dai pascoli fino al campo base del Khan Tengri per poter ammirare la parte kirghiza del Tien Shan.

PROGRAMMA

1°e 2° giorno

Milano – Bishkek – Karakol – 400 km circa, 6-7 ore

Volo da Milano per l’Asia Centrale e arrivo il giorno successivo a Bishkek. Dopo le formalità di ingresso, incontro con l’assistenza locale e partenza verso est, percorrendo la strada che costeggia le rive del lago Issy Kul. Durante il periodo sovietico era qui che le persone provenienti da tutta l’URSS si concedevano delle cure termali. Arrivo a Karakol nel pomeriggio e sistemazione in modesto albergo (2*). Trattamento: pensione completa.

3° giorno

At Jailoo

Karakol – At Jailoo/ Campo 1 (2.500 m) –  200 km, circa 6 ore

Dopo colazione si prosegue inoltrandosi sulle pendici della catena del Tien Shan, che divide l’Asia Centrale dalla depressione del Terim in Cina. Pernottamento in tenda. Trattamento di pensione completa.

4° giorno

Campo Base Inylchek

Jailoo – Ghiacciaio Inylcheck/Campo 2 (2.900 m)

Dopo colazione si smonta il campo e si parte, seguendo per l’intera giornata il corso del fiume Inylchek per giungere al fronte terminale dell’omonimo ghiacciaio, dove si pone il campo per la notte. Il campo è a 2.900 m di altitudine, situato proprio sotto il Nansen Peak (5.697 m). Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 16 km circa, 6-7 ore. Dislivello: + 400 m. Trattamento di pensione completa.

5° giorno

Ghiacciaio Putevodniy

Campo 2 – Ghiacciaio Putevodniy/Campo 3 (3.100 m)

Dopo colazione si risale la morena glaciale in un ambiente molto simile al ghiacciaio del Baltoro in Pakistan. Si attraversano ruscelli più o meno impetuosi, seguendo un itinerario molto duro e ricco di saliscendi. Nel pomeriggio si giunge alla confluenza tra i ghiacciai Inylcheck e Putevodniy, dove si pone il campo. Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 10 km circa, 6-8 ore. Dislivello: + 200 m. Trattamento di pensione completa.

6° giorno

Campo 3 – Mertsbaher/Campo 4 (3.400 m)

Proseguiamo con il nostro trekking camminando lungo la morena laterale del ghiacciaio Inylcheck, fino a raggiungere la radura nei pressi di Mertsbaher, sul versante meridionale del ghiacciaio. Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 10 km circa, 4 ore. Dislivello: +300 m. Trattamento di pensione completa.

7° giorno

Lago Mertsbaher

Campo 4 – Lago Mertsbaher (3.500 m) – Campo 4 (3.400 m)

Questo è un luogo strano e misterioso, dove il versante settentrionale e meridionale del ghiacciaio si incontrano per continuare la loro discesa sotto il nome unico di Ghiacciaio Inylchek. Qui si trova il lago Mertsbaher che ha un andamento quasi incomprensibile, in quanto passa dall’avere tantissima acqua, al far defluire gran parte delle sue acque verso il fiume. Questo è un lago noto a molti, proprio per la sua particolarità, ma che in pochi riescono a vedere, dovendo giungere fin qui per farlo. Durante questa giornata di acclimatamento, se vorrete, potrete raggiungere questo bellissimo e insolito lago alpino. Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 7 km circa, 4 ore. Dislivello: +/- 100 m. Trattamento di pensione completa.

8° giorno

Ghiacciaio Komsomolskiy

Campo 4 – Ghiacciaio Komsomolskiy/Campo 5 (3.800 m)

Dopo colazione si prosegue risalendo il ghiacciaio Inylcheck, seguendone ancora il versante meridionale, fino alla confluenza del Ghiacciaio Komsomolskiy. Durante la tappa odierna si incominciano a vedere le vette di 6.000–7.000 metri del Tien Shan, che conferiscono all’ambiente una severità che intimorisce e affascina l’escursionista. Dal nostro campo potremo guardare ammirati il Petrovsky Peak (5.860 m), situato proprio di fronte. L’accampamento è ai piedi del ghiacciaio Komsomolets. Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 10 km circa, 6-8 ore. Dislivello: +300 m. Trattamento di pensione completa.

9° giorno

Campo 5 – Dikiy/Campo 6 (3.900 m)

Si prosegue sul versante sud del ghiacciaio per raggiungere in due giorni di cammino il Campo Base del Khan Tengri. L’ambiente diventerà gradualmente sempre più himalayano e bisognerà prestare attenzione ai crepacci lungo il cammino. Al termine della prima giornata di cammino ci accamperemo nei pressi del lago Dikiy, a circa 4.000 m di altitudine. Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 10 km circa, 6-8 ore. Dislivello: +100 m. Trattamento di pensione completa.

10° giorno

Campo al Kang Tengri

Campo 6 – Campo Base del Khan Tengri (4.100 m)

Seconda giornata di cammino per raggiungere il Campo Base, da dove si hanno delle vedute spettacolari del Khan Tengri (7.010 m) e del Pobeda Peak (7.439 m). Pernottamento in tenda. Percorso a piedi: 10 km circa, 6-8 ore. Dislivello: +200 m. Trattamento di pensione completa.

11° giorno

Trekking al Kang Tengri

Campo Base

Intera giornata dedicata ad escursioni nei dintorni del Campo Base, potendo godere della meraviglia quasi mistica dell’ambiente che ci circonda e delle cime che si stagliano alte sopra di noi. Pernottamento in tenda. Trattamento di pensione completa.

12° giorno

Elicottero Karkara

Campo Base (4.100 m) – Karkara – Cholpon-Ata (1.600 m) – 200 km circa, 3 ore

Dopo colazione faremo un volo mozzafiato in elicottero di circa 40 minuti che ci riporterà al Campo Base di Karkara. Da qui trasferimento via terra fino a Cholpon-Ata, sulle rive del lago Issyk Kul. Pernottamento in modesto albergo 3*. Trattamento di pensione completa.

13° giorno

Cholpon Ata – Bishkek

Dopo colazione si rientra via terra a Bishkek, dove si giunge nel pomeriggio. Sistemazione in albergo (3*). Trattamento di pensione completa.

14° giorno

Ala-too in Bishkek

Bishkek

Dopo colazione, giornata dedicata alla visita della città. Pernottamento in hotel. Trattamento di pensione completa.

15° giorno

Bishkek – Milano

Mattinata a disposizione. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per prendere il volo di rientro in Italia. Arrivo a Milano in serata.

Mappa Kirghizistan

Organizzazione del trekking:

Gli itinerari prevedranno trasferimenti con mezzi privati: pulmini o autovetture. Le strade sono quasi sempre asfaltate, ma tortuose e la velocità massima consentita è di 40 km/h, pertanto i tempi di guida sono lunghi.  I mezzi di trasporto locali non sempre sono in grado di offrire un comfort adeguato alle aspettative occidentali: nelle zone non ancora interessate dal turismo è richiesto un buono spirito di adattamento alle realtà locali.

Per il rientro dal campo base verrà utilizzato l’elicottero di una compagnia locale (non soggetta alle regole IATA).

Durante le giornate di cammino i pasti vengono preparati con prodotti locali. A una colazione di tipo occidentale seguono un pasto freddo o box lunch (a metà giornata) e una cena calda al campo. I materiali comuni e l’equipaggiamento dei partecipanti viene trasportato da portatori. Alla fine di ogni tappa i bagagli vengono riconsegnati ai relativi proprietari (i partecipanti devono portare solo un piccolo zaino personale con il necessario per la giornata). La gestione locale del trekking viene affidata alla nostra agenzia corrispondente che mette a disposizione del gruppo una guida parlante inglese, un cuoco e lo staff. I pernottamenti sono in strutture pulite, ma modeste. Durante il trekking il pernottamento è in tende ad igloo.

Per effettuare il viaggio occorre il visto d’ingresso per il Kirghizistan, ottenibile all’arrivo a Bishkek pagando 50 euro.

Camminare lungo i sentieri, effettuare trasferimenti su polverose piste sterrate, dormire in tenda o in alberghetti semplici e spartani, non sono esperienze di tutti i giorni ma rappresentano situazioni che sicuramente ognuno può affrontare e vivere con serena tranquillità.  Sono sufficienti una buona condizione fisica, un equipaggiamento adeguato, spirito di adattamento e collaborazione, il resto viene da sé: il piacere di osservare spettacolari paesaggi al ritmo del proprio passo, esplorare la natura, assaporare il silenzio della solitudine.

KIRGHIZISTAN – Attraverso le Montagne Celesti 15 giorni
Data di Partenza: 16 Agosto 2018
Data di Ritorno: 30 Agosto 2018
Minimo 15 partecipanti
(in caso di mancato raggiungimento del numero minimo, il trekking sarà annullato)
MODALITA’ DI PRENOTAZIONE E PAGAMENTI:  
Quota individuale di partecipazione: € 2960
 Visto Kirghizistan € 50 (da pagare in loco)
Tasse aeroportuali
(da definire al momento dell’emissione dei biglietti aerei)
€ 180 (da confermare prima del saldo)
 Assicurazione CAI Trekking Internazionale  € 95
 Oneri facoltativi:
Assicurazione annullamento
(aggiuntiva solo su richiesta)
€ 50
Supplemento Camera Singola
(solo su richiesta)
€ 450

ISCRIZIONI dal 8 MARZO 2017

Entro il 20/03/2017                acconto € 800,00

Entro il 25/07/2017                SALDO

da effettuarsi presso la Segreteria CAI Milano lun-mar-mer-gio-ven 15.30-19.15 (informazioni info@caimilano.it)  oppure telefonicamente con carta di credito chiamando lo 02/86463516

La quota comprende:

  • trasporto aereo internazionale in classe economica Milano/Bishkek e ritorno con 20 kg di franchigai bagaglio
  • trasferimenti interni via terra con mezzi privati
  • volo in elicottero dal Campo Base del Khan Tengri al Campo Base di Karkara
  • sistemazione in camera doppia con servizi in hotel 2* a Karakol, 3* a Bishkek e a Cholpon-Ata – con trattamento di pensione completa
  • trekking come da programma con servizio di guida locale di lingua inglese, trasporto bagaglio personale (max 12 Kg) e materiali comuni, vitto (colazione, box lunch e cena), sistemazione in tenda doppia
  • permessi per il trekking e per il viaggio
  • assicurazione annullamento/interruzione viaggio, assistenza, rimborso spese mediche e bagaglio

La quota non comprende:

bevande – mance (prevedere circa € 50 a partecipante) – extra di carattere personale – visti – tasse aeroportuali – tasse d’imbarco all’estero – costo addizionale per il trasporto di kg aggiuntivi durante il trekking rispetto a quelli inclusi ($12 per ogni kg in aggiunta ai 12 kg inclusi nella quota) – *altre assicurazioni personali – tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”.

 NB:    I servizi sono stati quotati al cambio del dollaro e tariffe aeree al 25.01.2018. Eventuale adeguamento sarà comunicato 21 giorni prima della partenza.

Il giorno 7 Marzo 2018 alle ore 21.00 presso la sede del CAI MILANO in via Duccio di Boninsegna 23 sarà organizzata una SERATA SPECIALE sul “Kirghizistan e sulle Montagne celesti”.

Locandina

In considerazione della natura impegnativa del trekking, i partecipanti dovranno dimostrare di avere un’esperienza e preparazione adeguata, considerando l’ambiente aspro e impegnativo.

Si richiede, a tal riguardo, di verificare con il proprio medico la presenza di eventuali controindicazioni per i trekking in alta quota.

La Commissione Escursionismo del CAI Milano pertanto ammetterà le persone in base ad una severa valutazione relativa alla preparazione/esperienza e avrà l’insindacabile giudizio di non ammettere tutti coloro che non saranno ritenuti idonei. La priorità di iscrizione sarà data ai soci appartenenti alla sezione di Milano.

All’atto del versamento del primo acconto, verrà consegnato il modulo d’ordine da compilare e firmare e contestualmente verrà accettato il regolamento. Il/I viaggiatore/i dichiara/no di aver preso visione delle norme che regolano il presente contratto e le condizioni assicurative riportate dall’Organizzatore e di approvarle.

Sarà necessario avere il Passaporto con almeno 6 mesi residui di validità dalla data di partenza del viaggio.

 Attenzione

Particolari condizioni di ritardi o cancellazioni dei voli interni, problemi di viabilità, danni meccanici ai mezzi di trasporto e hotel in overbooking, possono determinare variazioni nello svolgimento dei servizi previsti e possono essere modificati a discrezione dei vari fornitori locali con servizi di pari categoria o di categoria superiore. Il verificarsi di cause di forza maggiore quali scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari, sommosse, atti di terrorismo ed altri fatti simili non sono imputabili all’organizzazione. Eventuali spese supplementari e prestazioni che per tali cause dovessero venir meno non potranno pertanto essere rimborsate. Inoltre l’organizzazione non è responsabile del mancato utilizzo di servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei.

 Nota Bene: L’organizzazione tecnica è affidata a FOCUS World Services Srl – C.so C. Colombo, 10 20144 MILANO (Ml) Tel. 02 89 40 20 52 r.a. – Fax 02 89 40 24 33- e-mail: focus@focus-italia.com – web site www. focus-italia.com.

Per informazioni specifiche sui voli, su modalità assicurative, cancellazioni, ricorsi ecc., occorrerà pertanto rivolgersi a tale organizzazione.